Archives par mot-clé : Avarchide

Cinquecento digitale a Grenoble: tra Luigi Alamanni e Henri Hauvette

All’interno della Bibliothèque numerique di Fonte Gaia troviamo quattro testi italiani del Cinquecento, appartenenti al Fonds ancien conservato presso la Bibliotèque Universitaire di Grenoble, di cui tre, a mio parere, simbolicamente significativi e funzionali a un progetto che si pone tra i suoi obiettivi quello di diventare pian piano una piattaforma di riferimento per gli italianisti, mettendo a frutto gli scambi e gli studi che contaminano ambito italiano e francese, aprendosi au monde entier, in prospettiva digitale. Si tratta della bella edizione bilingue del Cortigano di Castiglione, Le Parfait courtisan, tradotto da Gabriel Chapuis, e pubblicato a Parigi nel 1585, e di due opere del poeta fiorentino, esiliato in Francia alla corte del re Francesco I, Luigi Alamanni: il poema cavalleresco Girone il Cortese dedicato a re Enrico II (Calderio, Parigi 1548) e il poema omerico l’Avarchide (Giunti, Firenze 1570), pubblicato postumo dal figlio Battista, in onore di Madama Margherita di Francia duchessa di Savoia e di Berri, come richiestogli dal padre in punto di morte.

Continuer la lecture de Cinquecento digitale a Grenoble: tra Luigi Alamanni e Henri Hauvette